Dio e droga

<< Tutto ciò che è virtualità e droga è soltanto male; ma chi, per ingenuità, è trasportato verso questi logorii, allora avrà preso su di sé il martirio per la salvezza eterna. >>

Gesù, Tu partecipi alla nostra vita, fatta di paure e di sofferenze! Questa esistenza, così partecipe al male, non ci fa vedere la Via che Tu ci hai indicato.
Sono convinta, Signore, che Tu ci assisti e ci prendi per mano, se vogliamo percorrerla insieme a Te.
Vorrei rivolgerTi una domanda su di una cosa materiale ma molto potente: la droga. E’ libera e non “sincera”, letale  e non lascia spazio a chi la incontra: molti direbbero, cosa chiedi a Gesù? Sì Gesù, Tu Sei trasparente e veritiero, proprio a Te chiedo: come è possibile che una cosa tanto misera faccia crocifiggere nella “notte” tanti figli e rovinare tante anime?
<< Figlia Mia, l’impero del male è stato affidato a tanti vanitosi che lanciano appelli di pace, con le narici piene di droghe e decidono della vostra sorte, in nome della libertà; voi siete l’oggetto e loro gli artigiani. La sintesi è soltanto una: satana e le sue tentazioni, è lui l’artefice di tutto ciò che sfocia nella perdizione e nella distruzione.
Questi figli che si fanno prendere per mano dalle potenze del male si fanno fratricidi, dandosi anima e corpo al maligno.
Sì, figlia Mia, condividono in amicizia la morte e lo fanno di loro volontà, ma la libertà di Cristo è solo unità e fratellanza, nell’amore e nel rispetto che Dio vi ha donato.
Questa è la notte più buia che questo mondo abbia mai attraversato, e siete così svogliati!
Attivate le vostre svogliatezze nelle droghe e nei farmaci che vi fanno sentire energici… La Via che Cristo è venuto ad indicarvi è la via del “domani” e non quella che scegliete, con falsa libertà e amicizia. Siete liberi di entrare nel regno dei cieli e liberi di andare al posto che vi preparate da soli: l’inferno, dove ci sono pene e patimenti per coloro che hanno simulato il paradiso in terra.
Che tragica materia è la vostra! Ma i “caini” siete anche voi, se decidete la sorte dei vostri fratelli… Se ricevete bene, dovete dare bene, se ricevete male, non siate sordi a ciò che Cristo ha detto: fatevi prossimo.
Tutto ciò che è virtualità e droga è soltanto male; ma chi, per ingenuità, è trasportato verso questi logorii, allora avrà preso su di sé il martirio per la salvezza eterna.
Avete tanto paura della croce e, non mettete mai in conto che, la croce terrena ve la fabbricate voi con le vostre mani, e quella che mettete al collo, come oggetto frivolo, non è da cristiani… Figli Miei, le droghe sono sempre esistite, ma quelle di oggi sono velenose e letali, perché le fabbricate voi, pur sapendo che sono avariate.
Debolezza, direbbe qualcuno, sì ma debolezza che rovina intere famiglie con danni morali e materiali; ho visto molta gente perdere la speranza. E’ vero che i governi non fanno assolutamente nulla per debellarla, ed è anche vero che si esclude Dio in questo male che è causa demoniaca. È l’eterno motivo dell’essere malati di “SENZA DIO” >>
Se la mettiamo sotto il profilo di veri credenti, sappiamo che satana è sciolto dalle catene e, a causa della nostra povertà spirituale, gioca con la nostra vita togliendoci gli affetti.
Cosa genera questa società? Soltanto insicurezze e tante dipendenze, dipendenze, dipendenze, non solo alla droga, ma a tutto ciò che è vizio…….Se ci tocca da vicino, ci annichilisce e ci rende impotenti.
Fratelli miei, stiamo annegando nell’indifferenza e nella mancanza di amore, abbiamo raggiunto il benessere, ma cosa ce ne facciamo se ci rende così infelici?
Persone, le più impensate, chattano in internet, ma come è possibile non accorgersi che stiamo perdendo la vita, la vera vita, quella della nostra interiorità con Dio Padre, perché non comunichiamo più tra noi? Ci stiamo emarginando davanti ad una macchina, che ci porta verso una solitudine desolante.
C’è chi dice: io sto bene così; egoista ti dico, egoista e povero verso ciò che Dio è venuto ad insegnare: la fratellanza!
Perché l’uomo è così bravo a rendersi incapace? Perché non si colloca nei problemi di chi ha bisogno di condividere?
Chiedo a Gesù di condividere questo dramma terreno, ma solo a lode e gloria del Suo Nome.
Gesù  dice:
<< Le porte del male non si aprono se non si vuole passarle, mi basta che diciate in amicizia: “Gesù confido in Te”, ed Io non vi farò entrare dentro quella maleodorante porta. Io Mi faccio “Pane senza limiti”, se mangerete quel Pane, non morirete…
Sono venuto per i vostri peccati, ho mangiato con i peccatori e con i duri di cuore, ho lanciato un appello a tutta l’umanità: fratellanza, uguaglianza, ma non latitanza da Me, che Sono sceso in mezzo a voi per il perdono di tutti, nessuno escluso, contando sui vostri pentimenti… >>

Scritto il febbraio 14th, 2004 , Categorie: Droga, Morte, Peccato, Vita Parole chiave: , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Il Maneggio del Signore - Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo