La strage degli innocenti

Prendiamo in considerazione questi “caldi” messaggi che ci dovrebbero far riflettere e che le “tante” parti del mondo non sono tante, per Dio tutto il mondo è una sola nazione, un solo paese.

Allarghiamo le pupille, dilatiamole, perché quello che stiamo vedendo riguarda un mondo al quale anche noi apparteniamo.

Cerchiamo di avere più fiducia in quello che Maria Madre dell’umanità viene a dirci.

Quanti di noi hanno compreso che siamo al tramonto di un mondo che asfissia nelle nostre reticenze e non prendono sul serio che Gesù ci chiama ad essere uniti nella preghiera?

Oggi 5 settembre c’è una parte di mondo che ci dovrebbe invitare a pregare di più; quante volte Maria dice o profetizza cose tristi che stanno per accadere? Ma noi, che abbiamo un raggio molto corto, ci comportiamo come chi pensa che nel mondo ci siamo solo noi, e se non ci tocca da vicino tiriamo un sospiro di sollievo; non pensiamo che Maria ci chiama a pregare per quella parte di mondo così lontana e pure così vicina!…

Cosa dire di un momento così tragico? Prendiamo in considerazione questi “caldi” messaggi che ci dovrebbero far riflettere e che le “tante” parti del mondo non sono tante, per Dio tutto il mondo è una sola nazione, un solo paese.

E visto che ci siamo in questo “paese”, sentiamoci tutti nello stesso pericolo ma protetti, perché abbiamo una Madre nel Cielo che ci invita ad essere più disinteressati alle cose materiali e a vedere come tutto potrebbe precipitare anche per noi.

Questa, da parte mia, non è un’inchiesta ma un pensiero di pace, che tutti abbiamo diritto a difendere con il VERO PERDONO, perché siamo chiamati al “Giudizio”, anche quei
terroristi hanno un Padre che li giudica e, perché no, li giustifica.

Per questo motivo, anche io ora chiedo perdono a voi se queste ultime parole vi sconvolgono; sono certa che tutti siamo responsabili anche delle cattiverie degli altri.

Su questa Terra nulla dura in eterno, ”tutto” dovremo rendere a Dio e anche come perdoniamo è sinonimo di pace.

Oggi preghiamo per tutte queste vittime innocenti e MARTIRI.

Anche i terroristi sono vittime di un mondo che uccide e mutila, rendendoli assassini feroci, non sono solo loro i carnefici ma anche chi li ha istruiti a diventare “animali”.

C’è una sola parola: PERDONIAMO, non vendichiamo con l’odio quelle vittime innocenti, ma con una sola parola: PERDONO e PACE.

Non siamo gli indomiti che partono per le crociate, non siamo prodigiosi nel portare la parola di Cristo, ma sentiamoci portatori di pace e d’amore, perdonando.

Andiamo avanti e ricordiamoci che MARIA E’ CON NOI.

Scritto il settembre 5th, 2004 , Categorie: Pace, Perdono, Umanità Parole chiave: , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Il Maneggio del Signore - Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo