La perpetua memoria dei miei peccati, concedimi Gesù...

<< Molto spesso confondete la necessità della mortificazione con l’orgoglio, quella mortificazione, infatti, non vi fa chinare il capo, ma lo fa alzare per orgoglio, e cosa ne acquisite ? soltanto mancanza di Perdono e di Comprensione… >>

Se la memoria dei peccati mortifica, vuol dire che l’Amore di Dio quantifica la purezza del cuore.

I legami con il mondo, molto volte, ci fanno dimenticare che dobbiamo guardare più spesso ai nostri peccati (il trave che c’è nei nostri occhi) e non a quelli degli altri.

Perché non riusciamo a vedere il trave che c’è nei nostri occhi?

Chiunque ha motivo di criticare, deve sapere prima criticare se stesso, guai a chi spara accuse…

La vera amicizia con Gesù Cristo, è sapersi vedere senza compiangersi, senza mai giustificarsi, ma prendere su di sé anche le responsabilità degli altri…

Soltanto così, quel trave che c’è nei nostri occhi diventerà pagliuzza, e quella pagliuzza manderà raggi di intensa luce.

“Applicati, invece, alla mortificazione dei tuoi difetti, perché ciò ti gioverà molto di più che la conoscenza di molti ardui problemi “   (Imitazione di Cristo)

Dice Gesù :

<< Figlia Mia, questo vuol dire smarrirsi…

Sentendovi martiri di chi non vi capisce, vi collocate in un muro di proteste ed è così che fate seccare il seme buono che c’è in voi.

Molto spesso confondete la necessità della mortificazione con l’orgoglio, quella mortificazione, infatti, non vi fa chinare il capo, ma lo fa alzare per orgoglio, e cosa ne acquisite? soltanto mancanza di Perdono e di Comprensione… il peso che inevitabilmente date al vostro spirito, vi toglie la memoria dei vostri peccati. >>

Quanta poca ispezione facciamo nei nostri ricordi! e se non riconosciamo i nostri errori o peccati, vuol dire che prima o poi rischiamo di commetterli di nuovo e, cercando di nasconderli, nascondiamo il peccato.

Tutto questo fa riflettere : lasciamo sempre agire il nostro istinto, e quasi mai ci concediamo di conoscerci l’uno con l’altro!…

Gesù dice :
<< perché non perseverate e non applicate la sottomissione. >>

I miei pensieri non sono importanti se li tengo solo per me, ma spero di condividerli con chi è interessato a questi insegnamenti…

Serva a potersi confrontare almeno interiormente o quanto meno a cercare di non dimenticare che Gesù Cristo è stato inchiodato alla Croce per i nostri peccati…

Non esiste il piccolo peccato, se così lo si vede, quel peccato diventa enorme.

Sproniamoci alla perpetua memoria dei nostri peccati per poter incontrare Gesù Cristo e chiederGli Pietà, solo così daremo libertà e forza al nostro spirito… svuotiamo il nostro cuore perché Dio vi possa entrare…

Oh Gesù, mite ed umile di cuore… esaudiscimi e convertimi…

Scritto il maggio 27th, 2009 , Categorie: Umiltà Parole chiave: , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Il Maneggio del Signore - Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo