Gli ispirati sui flagelli...

“State attenti però, il Signore dice : Io vengo all’improvviso, come un ladro… beato chi è sveglio e ha i suoi vestiti a portata di mano …Apocalisse 16,15.

Gli ispirati sui flagelli scendono e scenderanno sul mondo…

Mi ritornano prepotentemente in mente molte situazioni che ho visto e sentito : l’ultima, lo tsunami nel Giappone.

Immagini, troppo precise e inverosimilmente drammatiche, a volte mi arrivano come premonizioni (che mi riserbo dal dire), a volte come sogni o visioni…

Non cerco credibilità per quello che sto scrivendo, ma visto che non sono la sola ad avere questi doni e visto che molto coincide, non posso fare a meno di pensare che
veramente tutto è nelle Mani di Dio, non per punirci, ma solo per farsi conoscere come PADRE ONNIPOTENTE E ONNISCENTE che segue tutto e tutti…
questo non è mai stato creduto…

Di prodigi ce ne ha mostrati molti, attraverso i profeti, ma soprattutto attraverso Gesù Cristo… e quante avvisaglie in questi ultimi tempi!…

Ma gli uomini spendono molto su loro stessi e non sulle Cose di Dio, compresa la Chiesa sempre dubbiosa… prudente?… sì… ma senza trasporto per lo Spirito, che Dio è Padrone di usare come vuole…
chiesa senza discernimento, per paura di compromettere la propria immagine.

Allora mi chiedo : perché mio Dio hai sempre affidato e continui ad affidare tutto questo ai poveri ? perché rovesci i potenti dai troni, mentre Tu sai che ce ne sono altri pronti a sostituirli ? Per cosa stiamo lottando ? vogliamo costruire e non ci accorgiamo che la natura, che abbiamo distrutto, ora è pronta a distruggere ?

Quello che sta succedendo in Giappone (una fra le più grandi potenze del mondo), è un’altra “spia” che si è accesa… molte altre ce ne sono state e molte ancora ce ne
saranno, proprio tra le più potenti e più sicure nazioni del mondo…

“Guardai ancora e udii un’aquila che volava alta nel cielo gridare : Sventura, sventura, sventura… a voi abitanti della terra“… Apocalisse 8, 13.

Molti sorridono nel prendere in considerazione queste parole.

“State attenti però, il Signore dice : Io vengo all’improvviso, come un ladro… beato chi è sveglio e ha i suoi vestiti a portata di mano… Apocalisse 16,15.

Molti se ne burlano e si raccontano tante balle, mettono dei punti di sutura sulla terra che sta morendo dissanguata : malattie, povertà, carestie… e noi, ostinatamente, non vogliamo vederci con un futuro da poveri… da quale parte guarderemo la distruzione ?

“Uscite da Babilonia, popolo Mio, per non diventare complici dei suoi peccati, fuggite.. “ Apocalisse 18, 4.

Complici lo siamo già, pecchiamo ricoprendoci di alibi e non pensiamo che già gli antichi Profeti,venivano nel Nome di Dio ad annunciare la Salvezza.

In questo mondo, già pieno di drappi neri e sconquassato dai fumi neri delle grandi potenze, nessuno può escludersi.

Per chi dice : Dio punisce… non c’è altro da dire che : meditiamo… tutto è sotto lo sguardo di Dio…

Haiti : miseria, povertà, epidemie…

Giappone : potenza,nella sua splendida tecnologia, orgoglio per le sue centrali nucleari..

Domani a chi toccherà ??

”Povera e sventurata sei tu Babilonia, la grande città!… in un attimo è svanita la tua grande ricchezza!….” Apocalisse 18, 16.

E’ un mistero vedere questi miscugli di ricchezza e di povertà, un mistero è Dio che permette tanta miseria, proprio accanto a tanta potenza e ricchezza… come si salveranno i poveri nel giorno del grande giudizio?

Guarderanno dall’alto lo “sbraco” delle loro baracche e vedranno la sventura di chi si dispererà, nel vedere le proprie ricche dimore ridotte in macerie e detriti in ciò che il
mare restituirà… Dio mio, cosa fai da sempre per smuovere l’uomo alla Pietà !…

“Allora vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono… furono aperti i libri e fu aperto anche un altro libro, quello della Vita, e i morti furono giudicati secondo le loro opere, come stava scritto in quei libri “…Apocalisse 20, 12.

Forse qualcuno penserà che mi sono spinta un po’ troppo con questo messaggio!…

Questa notte,fra il 12 e il 13 marzo, ho fatto un sogno che desidero raccontare :

Gesù mi era davanti, la sua Veste era rossa, si è sporto verso di me con in mano una corona, non di spine, ma come di ferro spinato e l’ha messa sulla mia testa…

La cosa che più mi è rimasta impressa, è con quanta forza la calcava, mi sono svegliata con l’impressione che le punte si conficcassero nella mia carne, fino a sentirne un leggero dolore, ma strano, non so definirlo, perché mi dava gioia, anzi, avrei voluto sentirlo o trattenerlo con vero dolore, ma così non era.

La cosa che mi fa più di tutto interrogare è il perché, ma siamo in tempo di Quaresima e per me il significato diventa : Conversione… per questo tempo che deve essere di
Preghiera e Sacrificio…

Facciamolo per rendere festoso il Ritorno del Signore, ormai vicino…

Mio Signore, Ti prego, conferma questo messaggio,Ti prego, ma come vuoi Tu… amen.

<< Ergi la tua anima e prendimi come Tuo Amico del cuore, non rinnegare mai ciò che riporti… Io Sono il Ponte, non di terra o cemento, ma di : PRESENZA MIA… >>

Scritto il marzo 16th, 2011 , Categorie: Ultimi tempi Parole chiave: , , , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Il Maneggio del Signore - Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo