Regina Coeli

<< la Prostrazione vera esprime molto in Preghiera… Prostrati e in Comunione con Dio, vi rende come un forziere pieno e prezioso… >>

ConoscerTi dal profondo del cuore è come un’eruzione vulcanica d’amore e di calore!
ConoscerTi è veramente non temere nulla…

<< Santificatevi con la Corona del S. Rosario, Io ci metto le Mie Preghiere, perché, l’amore ai Comandamenti di Dio, non è mai completo…
Quante volte vi chiedo di non allontanarvi mai dall’Amore di Dio!… A questo messaggio aggiungo che, le vostre volubilità verso i Suoi Comandamenti, non vi arricchiscono, ma avvizziscono lo Spirito… >>

Madre mia, vorrei parlare di queste volubilità verso i Comandamenti di Dio…


Leggi tutto »

Scritto il maggio 14th, 2014 , Categorie: Preghiera, Umiltà Parole chiave: , , ,
Per non dimenticare...

<< Quando abbasso lo sguardo verso il mondo, vedo tenebre e male, ma ciò che più Mi fa male è l’egoismo che, crediMi, non è il male minore…perché l’egoismo non vi fa uscire dalle tenebre e arresta l’anima, crocefiggendola.... >>

Ogni anno, in questo periodo, la TV ci ripropone tutto quello che in quei lontani giorni accadde ad Auschwitz…


Immagini agghiaccianti che, rivedendole, non fanno altro che alimentare odio, rabbia e risentimenti… e, qualche volta, ci fanno dimenticare di pregare e non ci fanno riflettere o vedere che questo genocidio, accade ancora oggi, anzi, non ha mai smesso di esistere…


Aborti, abusi continui, omicidi, “femminicidi” in molte parti del mondo, anche nel nostro paese, cosiddetto civile…

Per non parlare dei clochard, che io preferisco chiamare : emarginati, ma esseri umani come noi, ai quali passiamo davanti con indifferenza…

Leggi tutto »

Scritto il gennaio 27th, 2013 , Categorie: Povertà, Prossimo, Umiltà Parole chiave: , , , , , ,

Ti sgridi il Signore!

iniziare un rapporto personale con Dio è possibile, ma soltanto se si riesce a sentire che il legame che Dio ha con noi è indissolubile

Queste parole disse S. Michele Arcangelo, quando si trovò a discutere con satana, non osò né ad accusarlo, né offenderlo, ma disse semplicemente : ti sgridi il Signore…

Dico questo perché molti sono quelli che parlano a vanvera di ciò che non conoscono.

Dio si è sempre servito dei profeti, scegliendoli anche in mezzo ai più miseri e peccatori.

Dio non porta la Sua Conoscenza ai superbi, nelle Sue coltivazioni ci ha messo anche la semplicità e l’ignoranza, e non Gli spiace essere in mezzo a loro, ma l’uomo che si sente onnipotente lascia seccare la Sua conoscenza e la lascia incolta, e sarà albero senza frutto, perché annaffia e concima con la sua superbia.


Certo che incrociarsi con Dio dalla parte del mondo non è facile, sperimentarlo nella propria vita è un dono incalcolabile, ma diviene una terribile grazia quando l’uomo impietoso, seguendo l’esempio di caino, uccide dall’alto del suo giudizio e rischia di far impoverire quel povero illuso, che dice di essersi incontrato faccia a faccia con Dio.

Leggi tutto »

Scritto il agosto 29th, 2010 , Categorie: Affidamento, Umiltà Parole chiave: , , ,

La perpetua memoria dei miei peccati, concedimi Gesù...

<< Molto spesso confondete la necessità della mortificazione con l’orgoglio, quella mortificazione, infatti, non vi fa chinare il capo, ma lo fa alzare per orgoglio, e cosa ne acquisite ? soltanto mancanza di Perdono e di Comprensione… >>

Se la memoria dei peccati mortifica, vuol dire che l’Amore di Dio quantifica la purezza del cuore.

I legami con il mondo, molto volte, ci fanno dimenticare che dobbiamo guardare più spesso ai nostri peccati (il trave che c’è nei nostri occhi) e non a quelli degli altri.

Perché non riusciamo a vedere il trave che c’è nei nostri occhi?

Chiunque ha motivo di criticare, deve sapere prima criticare se stesso, guai a chi spara accuse…

La vera amicizia con Gesù Cristo, è sapersi vedere senza compiangersi, senza mai giustificarsi, ma prendere su di sé anche le responsabilità degli altri…

Soltanto così, quel trave che c’è nei nostri occhi diventerà pagliuzza, e quella pagliuzza manderà raggi di intensa luce.

Leggi tutto »

Scritto il maggio 27th, 2009 , Categorie: Umiltà Parole chiave: , , ,

La conoscenza del mio nulla - parte 2

siamo poveri e inutili, perché non ci conosciamo, e visto che, a volte, dire con franchezza quello che pensiamo non serve a nulla, credo che sarebbe preferibile rimanere in silenzio…

Sento che devo proseguire ancora questa riflessione :

essere coerenti nel contemplare la nostra nullità.

 
Dovrei staccarmi da me stessa per non mentire a Te che Sei la Maestà che tanto Si misura con la miseria… ossia, è la miseria che si misura con Te (o almeno così crede) che
presunzione!…

“Vedi, dunque, oh Signore , la mia miseria“ Salmo 24

Per raggiungere la conoscenza di noi stessi, dovremmo uscire da noi stessi e osservarci con coerenza.

Un grande uomo una volta disse : “chi non conosce se stesso è perduto“.

Leggi tutto »

Scritto il maggio 1st, 2009 , Categorie: Umiltà Parole chiave: ,

La conoscenza e l'amore del mio nulla, concedimi Signore...

lo SPIRITO SANTO veglia ognuno di noi e ci lascia liberi di sentirci onnipotenti nel nostro nulla… Lui resta in silenzio, pensando a quanto è nulla la nostra misera vita terrena, se non diveniamo miti ed umili di cuore…

O Gesù, mite ed umile di cuore, esaudiscimi e convertimi!

Io davanti a Te sono vanità, sono un nulla;

sono un pover’uomo incostante e debole,

di che posso gloriarmi,

o perché bramo di essere stimato?

forse del mio nulla ?

ma questo è il colmo della vanità !  

 

(Imitazione di Cristo cap. 40 – 11, 12, 13)

Leggi tutto »

Scritto il aprile 25th, 2009 , Categorie: Umiltà Parole chiave: , , ,

Meditazione sulle litanie dell'umiltà (parte quarta)

<< Vedi, figlia Mia, quando le sentivi con mitezza, sentivi la Mia Presenza, quando le subivi in silenzio e vergogna eri protetta dalla Saggezza, quando ti indignavi e ti amareggiavi, dimenticandoti di Me, eri sola con la tua croce, e, in quelle occasioni, hai sentito il peso, perché non sapevi cosa fare se non soffrire senza pregare. >>

O Gesù, mite ed umile di cuore… esaudiscimi e convertimi

 
DAL TIMORE DI ESSERE UMILIATO….LIBERAMI GESU’

 

“ Figlio, poni molta attenzione agli impulsi della natura e della grazia, perché i loro moti sono molto contrari, ma così sottili, che solo un uomo spirituale ed intimamente illuminato, riesce a fatica a distinguerli ”. (I:. C. capitolo 54)


Ecco, come si può non considerare l’umiliazione !…

E’ un tema che mi riguarda molto da vicino, ma solo oggi, mi rendo conto che nel cammino di Santità è importante non avere timore di essere umiliati, senza questa  accettazione saremo sordi, e non solo, ma non saremo mai esauditi.
Leggi tutto »

Scritto il febbraio 23rd, 2009 , Categorie: Croce, Umiltà Parole chiave: , , ,
Meditazione sulle litanie dell'umiltà (parte terza)

è giusto non lodare una persona meritevole ? << E’ giusto farlo con semplicità, ma chi ostenta una lode, il più delle volte, anche lui è alla ricerca della lode, e lì Dio diviene severo, perché in tutto ciò c’è il desiderio di essere lodato. >>

O Gesù, mite ed umile di cuore : esaudiscimi

 

DAL DESIDERIO DI ESSERE LODATO, LIBERAMI GESU’

 

<< Vanità dei giudizi umani : temi Dio e non paventare gli spauracchi che vengono da parte degli uomini ( cap. 36 – I. C. ) >>

Che nessuno dorma davanti a questa considerazione.

Ti prego Spirito di Verità di farmi comprendere e interiorizzare le Parole del Maestro.
Tutto mi viene donato da Te, fa’ che il desiderio di essere lodata non sia motivo di essere solo mente, il mio legame con Te Spirito Santo, mi deve servire per farmi sentire la mia precarietà, se non sono interamente donata a Te.

Il desiderio di essere lodati diviene per noi motivo di ambizione, e l’ambizione è la scoria che soffoca l’umiltà, ma quando un’anima possiede Te, Spirito Santo, lascia che sia un tutt’uno verso un’apertura di sentimenti che chiariscono qualunque cosa di Entità Superiore.
Leggi tutto »

Scritto il febbraio 22nd, 2009 , Categorie: Umiltà Parole chiave:

Meditazione sulle litanie dell'umiltà (parte seconda)

<< Il vero ausilio è nel Cielo, l’orologio del mondo è in mano all’uomo, quello del Cielo è in mano a Dio, fino a che avrete il desiderio di prendervi gli onori del mondo, non cercherete mai la Gloria di Dio …>>

DAL DESIDERIO DI ESSERE STIMATO… LIBERAMI GESU’ !

Distaccarsi da ogni creatura per poter trovare il Creatore

(capitolo 31 Imitazione di Cristo )


Certo è che, arrivare a questo, è la perfezione della contemplazione!


Quale spirito ci guida, se non consideriamo che ogni cosa è nulla, se non c’è Dio che abita in noi?


L’uomo conta molto sul giudizio umano per la propria stima, la forza gli viene dal sentirsi dire “eccellente“ in ogni suo operato, sia materiale che spirituale, ma questo desiderio di essere stimati, mette le distanze fra noi e Dio, ed ecco che tutto diviene tentazione.

Dio vede ogni sua creatura con occhi puri, ma non lo sono i nostri, perché ovunque guardiamo vediamo peccato, e questo rende impura e opaca la materia.

Leggi tutto »

Scritto il febbraio 21st, 2009 , Categorie: Tentazione, Umanità, Umiltà Parole chiave: , , ,

Meditazione sulle litanie dell'umiltà (parte prima)

<< Tutto di voi sfocia nella vostra corruttibile umanità… se sapeste quanto siete precari nel volervi far vedere santi agli occhi degli uomini ! Morire a se stessi…ecco così sarete santi quanto voglio Io !.. >>

Il donarsi al Signore vuol dire mortificarsi sempre e comunque. Ho potuto verificare molte volte quanto è utile riconoscersi veramente non solo peccatori, ma anche  presuntuosi nel voler colpire gli altri (anche se in buona fede).
Oggi, con l’aiuto di Maria, che mi ha fatto notare tante mie mancanze, ho deciso di commentare le litanie dell’umiltà, certamente non tutte, ma una alla volta, voglio dedicarle a chi è alla ricerca della Vera Santità…
Inizierò sempre con l’aiuto dell’Imitazione di Cristo, quale guida migliore ?
Parola del Signore :

<< O figlio, non avertene a male, se taluni avranno un cattivo concetto di te e diranno quello che non ascolti certo volentieri ; tu devi avere di te un concetto anche peggiore e devi  credere che nessuno sia meno di te. >> (Imitazione di Cristo)  – Capitolo XXVIII- (contro i maldicenti).

La litania che ho scelto di commentare è :
<< che altri siano di me più santi, purché io lo sia quanto lo vuoi Tu” …dammi la grazia di volerlo, o Gesù. >>
Leggi tutto »

Scritto il febbraio 11th, 2009 , Categorie: Tentazione, Umanità, Umiltà Parole chiave: , , , ,

Il Maneggio del Signore - Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo

Il Maneggio del Signore

Gesù ci ama e ci benedice tutti allo stesso modo