Un Ponte fra Cielo e terra

Un Ponte fra Cielo e terra

Ai più ottusi, ai più voluttuosi per le cose del mondo, voglio dire che quel “Ponte” è aperto anche per te…e quando Lo dovrai passare dovrai fermarti più volte

Questo messaggio voglio dedicarlo a tutti i fratelli che leggono attraverso il SITOi messaggi del Signore e della Sua Santa Madre.

Fin dall’inizio ho sempre sentito questa parola : “ PONTE “…

Non ero nella condizione di poter valutare quello che poteva significare, ma tutto quello che riporterò sarà sempre e solo Opera di Gesù.

Il “Ponte” che Dio ci dona è nascosto dalle nostre iniquità e dal nostro povero sentire, è il Ponte che Lui fa nascere per quando ritorneremo.

Quel “Ponte” Infinitamente Aperto dove ci aspettano tutti i nostri cari, in una Comunione con i Santi che ci hanno preceduto!…

Ma questo “Ponte“ ha anche un altro significato ed è quello della Presenza di Dio nel mondo, e si serve di creature sconsiderate come ero io, per farci sentire quanto ci osserva.

Quel “Ponte” non va visto con occhio umano, ma con gli occhi dello Spirito… ma che non sia cieco, altrimenti non se ne avrebbe la giusta Visione.

Quel “Ponte” ha un Nome : GESU’ CRISTO… E’ attraverso di Lui che Dio ci ha aperto le Porte del Cielo, con la Sua Venuta nel mondo ci ha aperto le vie terrene come Inviato di Dio, e con la Sua Morte ci ha aperto quelle del Cielo facendosi Lui Stesso Ponte…

E’ Gesù che domina quel “Ponte”, perché è lì che Lo incontreremo, e anche se zoppicando, tutti ci arriveremo, perché Lo dovremo riconoscere come l’Unigenito Figlio di Dio.

Ai più ottusi, ai più voluttuosi per le cose del mondo, voglio dire che quel “Ponte” è aperto anche per te… e quando Lo dovrai passare dovrai fermarti più volte, perché troverai dei segnali che ti indicano le Vie che tu non hai percorso per la tua ostinatezza.

La prima, sarà quella dell’umiltà che non hai avuto, la seconda, quella del tuo orgoglio che non te l’ha permesso… poi dovrai confrontarti con la menzogna che la tua materia
non ti ha fatto valutare…

Ma credi che in ogni segnale c’è un Angelo che ti invita a proseguire, e alla fine di tutto questo, c’è la Pietà che ti aspetta e lì ti dovrai fermare…

Dovunque ti girerai vedrai solo i tuoi peccati che verranno prima giudicati e poi giustificati, ma tutto sempre e solo secondo la tua buona fede…

Dopo salperai come in un porto, dove la tua condizione di vita terrena si perderà.

Più avrai asfissiato la tua anima, più desidererai purificarti, ma se quel “Ponte” lo passerai, anche se dovrai travagliare, sarà per ritornare in un solo ovile, dove c’è un solo DEGNO PASTORE, ed è il nostro SALVATORE.

Chi non passerà quel “Ponte” sarà perché avrà deciso di restare per sempre negli inferi della terra.

Non dorme il nostro Pastore, è lì che vigila con Pietà e Compassione, aspettando che l’anima ritorni al suo Datore.

TUTTO QUESTO VA CONSIDERATO COME UN PRECETTO DI DIO…

 

 

Ho bisogno di Te,

di Te che smani d’amore in
un Perpetuo Soccorrere,

ho bisogno di Te, perché
anche io smanio d’amore.

Se non Ti penso mi sento
come persa,

se ti penso agonizzo e mi
perdo in un docile sentire.

Ho bisogno di Te, amico
della mia paura

del dovermi separare da
Te…amen.


Posted in Aldilà and tagged , , by with no comments yet.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>