Davanti alla Sindone

Davanti alla Sindone

<< Molti, nel vederlo, sono rimasti sconcertati, tanto il Suo Volto non aveva nulla di umano >>

Ho colto un attimo di mistero…
Che dono ci ha lasciato il nostro Signore! Un corpo fotografato dal mistero di un telo di una chiara e forte immagine della morte.
Come è lento l’uomo a capire ciò che per fede dovrebbe arrivare a credere!
Fanno diventare dissoluto tutto ciò che è reso chiaro da una morte per flagello; troppe iniquità hanno toccato quel sudario…… Non sono stati sufficienti gli scherni della passione? Non è sufficiente vedere quelle mani e quei piedi forati? E’ divenuto un quesito da risolvere.
E’ una dote troppo preziosa, e ancora non si crede che quella dote, ce l’ha lasciata il Nostro Signore.
<< Ho offerto la schiena a chi mi batteva, 
la faccia a chi mi strappava la barba,
non ho sottratto il mio volto agli sputi
e agli insulti >> (Isaia 50-6)
Quel corpo e quel volto non decidono molto, ma decide l’uomo con anni di studi e mezzi all’avanguardia, perché ci sia chiaro che quell’uomo della Sindone è Gesù Cristo.
E Tu Signore, offri ancora la Tua schiena per farti battere… e non si piegano!…
Ti Sei forse dimenticato di lasciarci scritto il Tuo Nome?
<< Molti, nel vederlo, sono rimasti sconcertati,
tanto il Suo Volto non aveva nulla di umano >> (Isaia 52-14)
(continua…)


Posted in Gesù, Sindone and tagged , , , , by with no comments yet.